Cosmine

Cosmine è una serie a fumetti per adulti di genere fantascientifico pubblicata in Italia negli anni settanta dalla Ediperiodici. Ha per protagonista l’omonimo robot dalle sembianze femminili. Rappresenta un tipico esempio del genere della fantascienza del periodo, incentrato su eroine sexy e nato sulla scia del successo di Barbarella.[1][2][3][4][5] Fu il primo fumetto italiano tascabile a colori.[6] La serie può ritenersi un anticipatore del genere postatomico che sarà in auge nel decennio successivo.[5][1][4]

Cosmine
serie regolare a fumetti
Lingua orig. italiano
Paese Italia
Testi Silverio Pisu, Remo Pizzardi
Disegni Giorgio Cambiotti, Annibale Casabianca Milo Manara il n. 10
Editore Ediperiodici – Elvipress
1ª edizione novembre 1973 agosto 1974
Albi 10 (completa)
Genere fantascienza

. . . Cosmine . . .

La serie, diversamente dalle altre dello stesso editore, venne pubblicata a colori in quanto era stato trovato un sistema relativamente economico per stampare gli albi a colori.[6][4] La serie venne scritta da Silverio Pisu e disegnata da Giorgio Cambiotti e Annibale Casabianca; il decimo e ultimo numero della serie venne disegnato da Milo Manara. La serie inoltre si configura come una vera e propria miniserie, arrivando a conclusione col decimo numero con un finale compiuto seppur aperto.[4]

Cosmine è un robot dalle sembianze femminili costruito e programmato da Jesus, un umano con il quale, in un futuro non molto lontano, è in viaggio nello spazio in ritorno da Venere su un’astronave che, entrata in avaria, si avvicina a una portaerei che si rivela essere abbandonata e piena di cadaveri; qui vengono assaliti e rapiti da un gruppo di donne pirata. Riescono comunque a far ritorno sulla Terra dove scoprono che in loro assenza era scoppiata una guerra atomica; cercano allora eventuali sopravvissuti per ricreare la civiltà e, dopo varie peripezie, i due raggiungono un luogo incontaminato dove stabilirsi definitivamente.[4][5]

  1. L’era del dopobomba
  2. I nuovi barbari
  3. Innocenza radioattiva
  4. La legge dei diversi
  5. Il sesso invisibile
  6. Follia atomica
  7. Miss pistone
  8. Le incontaminate
  9. Gli schiavi alati
  10. Bambole assassine
  1. Claudio Leonardi, Eroine fantasexy ∂ Fantascienza.com, su Fantascienza.com. URL consultato il 9 settembre 2019(archiviato dall’url originale il 24 agosto 2018).
  2. Guida Fumetto Italiano[collegamento interrotto], su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 9 settembre 2019.
  3. FFF – Testate, COSMINE, su www.lfb.it. URL consultato il 9 settembre 2019(archiviato dall’url originale il 21 novembre 2019).
  4. Glamazonia:Cosmine, su www.glamazonia.it. URL consultato il 9 settembre 2019(archiviato dall’url originale il 2 febbraio 2017).
  5. EROINE DI INCHIOSTRO: LA GALASSIA DELLE FANTA-EROINE (DOSSIER: PRIMA PARTE)[collegamento interrotto], su La Mediateca di Fumettomania, 20 febbraio 2019. URL consultato il 9 settembre 2019.
  6. Sara Zanatta, Samanta Zaghini e Eleonora Guzzetta, Le donne del fumetto: l’altra metà dei comics italiani : temi, autrici, personaggi al femminile, Tunué, 2009, ISBN 9788889613368. URL consultato il 9 settembre 2019.

. . . Cosmine . . .

Questo articolo è tratto dal sito web Wikipedia. L’articolo originale potrebbe essere leggermente accorciato o modificato. Alcuni link potrebbero essere stati modificati. Il testo è concesso in licenza sotto “Creative Commons – Attribution – Sharealike” [1] e parte del testo può anche essere concesso in licenza secondo i termini della “GNU Free Documentation License” [2]. Termini aggiuntivi possono essere applicati per i file multimediali. Utilizzando questo sito, accetti le nostre pagine legali . Collegamenti web: [1] [2]

. . . Cosmine . . .

Previous post Discografia dei Billy Talent
Next post Corruzione (romanzo)