PZL Mielec M28

Il PZL Mielec M28 (conosciuto anche con il nome Skytruck) è un aereo da trasporto leggero progettato e prodotto dall’azienda aeronautica polaccaPolskie Zakłady Lotnicze, sviluppato dall’Antonov An-28. Possiede capacità STOL ed è impiegato sia in ambito militare che civile.

Questa pagina sull’argomento aviazione sembra trattare argomenti unificabili alla pagina Antonov An-28.
PZL Mielec M28

Un M28B Bryza della marina militare polacca.

Descrizione
Tipo aereo da trasporto leggero
Costruttore Polskie Zakłady Lotnicze
Data primo volo 24 luglio 1993
Data entrata in servizio 1996
Data ritiro dal servizio in servizio
Utilizzatore principale Siły Powietrzne
Esemplari oltre 150 (in produzione)
Sviluppato dal Antonov An-28
Dimensioni e pesi
Lunghezza 13,10 m
Apertura alare 22,6 m
Altezza 4,90 m
Superficie alare 39,72
Peso a vuoto 3 917 kg
Peso max al decollo 7 000 kg
Passeggeri 18
Capacità 2 000 kg (max)
Capacità combustibile 1 520 kg (max)
Propulsione
Motore 2 turboelichePratt & Whitney Canada PT6A-65B
Potenza 1 100 shp (820 kW) ciascuna
Prestazioni
Velocità max 330 km/h
Velocità di crociera 305 km/h
Velocità di salita 810 m/min
Autonomia 1 365 km
Tangenza 7 620 m
Note dati relativi alla versione M-28 Skytruck

i dati sono estratti da Уголок неба[1]

voci di aerei militari presenti su Wikipedia
PZL M28B Bryza
PZL M28B Bryza

. . . PZL Mielec M28 . . .

Negli anni sessanta l’OKB (ufficio di progettazione) Antonov diede inizio allo studio di aereo da trasporto leggero a breve raggio con cui rimpiazzare i vecchi e diffusissimi An-2 Colt. Si progettò, quindi, un piccolo bimotore dall’architettura classica e solida, capace di operare da piste brevi e sommariamente attrezzate. Nacque così l’Antonov An-14.

Però l’An-14 Ptchelka (piccola ape) non riscontrò il successo che l’azienda ucraina aveva programmato. Quindi qualche anno dopo realizzò una versione ingrandita e migliorata del Ptchelka, designata An-28, che cessò di essere prodotta nel 1973.

Nel 1978 la produzione dell’An-28 venne trasferita dagli stabilimenti sovietici dell’Antonov all’azienda polacca Polskie Zakłady Lotnicze. Tuttavia il primo An-28 di produzione interamente polacca venne portato in volo il 22 luglio 1984[2].

Questo primo modello non differiva molto da quello prodotto in Unione Sovietica dall’Antonov. Esso era equipaggiato da una coppia di motori turboelica PZL-10S, versione locale degli originali sovietici TVD-10B, ed assunse semplicemente la designazione PLZ-Mielec An-28.[1]

Dopo la dissoluzione dell’Unione Sovietica, l’Antonov abbandonò la produzione del piccolo velivolo STOL e la PZL-Mielec oltre a costruirlo su licenza ne sviluppò un nuovo modello, appunto l’M-28, battezzandolo con il nome Skytruck. L’azienda polacca apportò al progetto dell’Antonov sostanziali migliorie alla fusoliera, all’ala e agli apparati avionici. Queste modifiche hanno fatto sì che anche se l’M-28 sia figlio dell’An-28, i due aeroplani sono due macchine oramai ben distinte[2].

Il prototipo dell’M-28 ha volato per la prima volta il 24 luglio 1993. Questo velivolo è capace di trasportare dai 12 ai 18 passeggeri, a seconda della configurazione interna adottata.

Successivamente l’azienda polacca sviluppò una versione navalizzata dello Skytruck designata Bryza.

Alla fine del 2006 risultavano prodotti dalle linee di montaggio della PZL-Mielec circa 150 esemplari di M-28 Skytruck/Bryza, ma la produzione è ancora in funzione e sono in corso diverse trattative di vendita a clienti civili e a organi governativi e militari.

Nel frattempo presso gli uffici di progettazione dell’azienda polacca fervono i lavori di studio di una nuova versione dello Skytruck, nota provvisoriamente come M-28+ caratterizzata da una fusoliera allungata e altre migliorie minori.

. . . PZL Mielec M28 . . .

Questo articolo è tratto dal sito web Wikipedia. L’articolo originale potrebbe essere leggermente accorciato o modificato. Alcuni link potrebbero essere stati modificati. Il testo è concesso in licenza sotto “Creative Commons – Attribution – Sharealike” [1] e parte del testo può anche essere concesso in licenza secondo i termini della “GNU Free Documentation License” [2]. Termini aggiuntivi possono essere applicati per i file multimediali. Utilizzando questo sito, accetti le nostre pagine legali . Collegamenti web: [1] [2]

. . . PZL Mielec M28 . . .

Previous post Vital’ Lisakovič
Next post Paolo I Sforza, marchese di Proceno